Docenti

Paola Baldini (Recitazione)

Paola Baldini si diploma alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Piccolo Teatro di Milano, oggi Paolo Grassi, dove studia con registi di fama internazionale come M .Castri, T. Salmon, M. Martone, J.tuhr, G.Solari, G. Marini. Viene più volte segnalata come migliore attrice al premio UBU. Nella sua carriera artistica troviamo nomi come: Alessandro Haber, Ivano Marescotti, Vito, Mauricio Paroni De Castro, Virgilio Gazzolo, Nanni Garella, Alfonso Santagata, Fanny &Alexander, Lorenzo Loris, Elisabetta Gulli, Anna De Lutis, Elena Sartori, Elena Casadei, Federico Bardazzi. Per diversi anni lavora al CRT Centro di Ricerca per il Teatro di Milano e al teatro Arena del Sole di Bologna. Ha collaborato con Rai 3 e Rai 2 a diverse trasmissioni radiofoniche, tra le quali ricordiamo “Storyville” e “Razione Kappa”. Dà voce a diversi personaggi per “Le Grandi Fiabe “edite dal Corriere della Sera. Ha lavorato come esperta teatrale all’interno di alcuni progetti promossi da “Nati per Leggere “e sempre come esperta teatrale collabora attualmente con diverse scuole di Ravenna. Oltre ad insegnare recitazione presso “L’Accademia del Musical” di Ravenna diretta da Laura Ruocco, con la quale firma le regie degli spettacoli di fine anno, tiene corsi di teatro per adulti a Marina di Ravenna. Collabora con Donato D’Antonio, chitarrista di fama internazionale. Tra alcuni dei loro spettacoli ricordiamo “Platero“ (Ravenna Festival) e “Stella della sera” ed insieme a Silvia Savorelli scrive, dirige e interpreta “Vietato esistere”. Per l’Istituto Comprensivo del Mare dirige sempre insieme a Silvia Savorelli “Ninna nanna della guerra” spettacolo a conclusione del laboratorio teatrale con i ragazzi della scuola.

Nel film “Il caso Pantani” intepreta il ruolo di Tonina, la mamma di Marco Pantani.

Sara Buratti (Musical Modern)

Sara Buratti si forma presso la scuola Cesen’a Danza diretta da Federica Zani, frequenta poi il” corso di perfezionamento per giovani danzatori” presso l’Aterballetto” di Reggio Emilia diretto da Mauro Bigonzetti e nel 2003 consegue il diploma come ballerina professionista.

Dal 2003 lavora come ballerina  e prende parte a spettacoli e tournée teatrali:  “Tanghi e bolero”  con le coreografie di Luigi Marteletta ; l’opera  ” Andrea Chenier” regia di Del Monaco e ”La bella dormiente “ con Alessandro Safina , coreografie di A. Ascarelli; “ Una Vela per Sognare “ programma televisivo in onda su Rai Uno nel 2004 condotto da Mara Venier con la coreografia ”Sirtaki” da  “ Zorba il greco ”con Raffaele Paganini e Luigi Martelletta , l’evento “Sapor Bio” di Marco Columbro, coreografie Laura Ruocco e Fabrizio Paganini.

Dal 2004 lavora come ballerina e negli anni seguenti come assistente del ballerino e coreografo Andre De La Roche nel “Fantasma dell’Opera”, “All that jazz” per il premio Michelangelo, “La favola di Amore e Psiche “, “Pensiero stupendo” e “Casta diva”.

Nel 2016 prende parte come ballerina al mediometraggio “Le Musk” diretto dal regista premio Oscar A.R.Rahman , coreografie Giulio Benvenuti e Laura Ruocco.

Nel 2017 è coreografa e co-produttrice con Elisa Drei e Marco Forti dello spettacolo ClassiCover   ( coreografie per le Danzatrici  del corso di perfezionamento dell’Accademia Cecchetti diretta da Michela Bulgarelli)

Nel 2018 insieme ad altri due ballerini è danzatrice per lo spot Rai dedicato al RomaEuropa Festival 2018

Dal 2008 oltre all’attività di ballerina inizia a collaborare in diverse scuole come insegnante stabile   e a tenere stage di danza Modern.

Elena Casadei (Musical Contact)

Elena Casadei nasce nel 1978 a Ravenna e qui incomincia il suo percorso artistico.

Studia danza classica (con Tiziana Berté) e danza contemporanea tra Ravenna e Bologna (con Claudia Bruni e Teri J. Weikel).

Nel 1999 crea la sua prima coreografia nell’ambito del progetto “Circus in fabula”, per il gruppo O.D.T. di Ammonite sotto la supervisione artistica all’ associazione Cantieri di Ravenna. In quell’ anno partecipa ai festival “Ammutinamenti” (direzione artistica Monica Francia e Selina Bassini) e “Corposamente” (direzione artistica Andrea Bernabini) con un assolo.

Nel 2000 si trasferisce a Colonia (Germania) e danza nello spettacolo “The alchemist’s House”, coreografia di Mary Fulkerson presentata nel Tanzhaus di Duesseldorf.

Dal settembre 2000 è studente dell’Accademia di danza e coreografia: “EDDC” (European Dance Development Center) di Arnhem (Olanda) dove si laurea nel luglio 2004 come danzatrice contemporanea, dipartimento di coreografia.

Durante questi anni studia con diversi artisti di fama internazionale (Deborah Hay, David Zambrano, Steve Paxton, Mary O Donnell, Eva Karczag, Tony Thatcher, Steve Batts, Susan Rethorst, Bo Madvig, Joao Da Silva, Katie Duck, Jean Sasportes, Loren Macdougal…).

Dal 2000 coreografa e danza in diversi spettacoli nell’ambito di festival o eventi in alcune città europee (Colonia, Düsseldorf, Arnhem, Stoccolma, Amsterdam, Derry, Istanbul) mentre mantiene nel tempo i contatti con le associazioni ravennati “Cantieri” e “Altrimenti” e partecipa ai festival locali di Corposamente, Lavori in Pelle e Ammutinamenti. Lavora per diversi anni anche su progetti multidisciplinari che l’ha vista collaborare per la produzione di alcuni video di danza con artisti stranieri e con il ravennate Andrea Bernabini.

Nel 2004 diviene membro della compagnia di danza contemporanea nord irlandese “Echo Echo” di Derry, sotto la direzione artistica di Steve Batts e Ursula Laeubli, danzando per la produzione internazionale Resonance, coreografie di Ilanit Tadmor (Israele).

Per la compagnia “Echo Echo” è assistente di coreografia per un progetto di scambio interculturale tra danzatori adolescenti israeliani, irlandesi e arabi.

Nel 2005 torna in Italia dove comincia la sua collaborazione con il giovane compositore Alessandro Taddei e Luciano Titi (“Come se non venisse mai giorno”). Con Lady Godiva Teatro prende parte al progetto “Ponte Radio” per la costruzione di un palinsesto radiofonico immaginario tra le scuole elementari di Alfonsine e di Pancevo (Serbia).

Nel 2006 diviene membro dell’associazione culturale “Altrimenti” e presenta come finalista

al concorso di “GD’A” (organizzato dall’associazione “Cantieri”) il progetto “Antifonia”.

Nel 2007 presenta allo “Spina Festival” (direzione artistica Silvano Voltolina) di Comacchio la nuova produzione “TILTI” con interpreti Michela Minguzzi e Virginie Lescouet.

Nel maggio 2008 con l’associazione Altrimenti presenta lo spettacolo con protagonisti 86 bambini “Hundertwasser in movement” in collaborazione con “progetto Hundertwasser”.

Questo spettacolo fa parte dell’azione promossa dalla fondazione Anna Lindh d’Egitto “1001 Actions for Dialogue” che prevede azioni di dialogo interculturale tenuti in simultanea in 37 Paesi del mondo.

Nell’estate presenta un lavoro insieme al compositore Luciano Titi durante il festival “Lugo Contemporanea” (direzione artistica, John De Leo) l’allestimento di scena e luci è curata da Gerardo de Vita.

Nell’ottobre 2008 partecipa al corso tenuto dal Consiglio d’Europa (insieme a 30 giovani che provengono dai 47 membri del consiglio) nel centro europeo per giovani di Budapest: “Conflict Resolution and Human Rights Education for Enhancing Intercultural Dialogue with Young People” (“La risoluzione dei conflitti e l’educazione dei diritti umani per favorire lo sviluppo del dialogo interculturale tra i giovani”) per educare i giovani ai diritti umani.

Nel febbraio 2009 si laurea in Scienze del comportamento e delle relazioni interpersonali e di aiuto, presso la facoltà di Psicologia dell’Università di Bologna.

Dall’agosto 2009 inizia una collaborazione con la cantante Rita Cervellati che la porta a    realizzare performance in duo di voce e canto. Con lei inaugura la mostra dello scultore giapponese Mokichi Otsuka “Il sorriso interiore” nella galleria Niart di Ravenna (organizzato da Artha Eventi) ed il progetto Jacaranda vincitore del premio ministeriale “giovani idee cambiano li’Italia”. Jacaranda è un progetto di riqualificazione della spiaggia libera così chiamata di Porto Garibaldi (Fe) ideato e curato dall’associazione Duno onlus. L’evento inaugurale è stato realizzato anche grazie al supporto dell’associazione culturale Spina di Comacchio.

Per il primo dicembre cura le coreografie, e danza insieme al collaboratore Andrea Masetti, dello spettacolo “non buttare le briciole sotto il divano” (Artha Eventi) in occasione della giornata mondiale contro l’Aids. Con lo stesso Masetti partecipa al “Galà di stelle” al Teatro Rossini di Lugo, spettacolo organizzato in beneficenza alla Fondazione Lucè.

Nel maggio 2010 debutta per la rassegna “Ravenna viso-in-aria” con il suo nuovo spettacolo “è la morte che fa così!” da lei interpretato insieme all’attrice Paola Baldini.

Nell’agosto 2010 debutta al festival di Lugo Contemporanea con il progetto sperimentale “Playing Puppets” creato insieme all’artista Aldo Becca e Michela Minguzzi.  Il lavoro si sviluppa attraverso diverse tappe (Corposamente Drome, Festival di Segni) realizzando lo spettacolo “La ruggine dell’oro” che giunge alla finale del “Premio Equilibrio 2011” presso l’Auditorium di Roma e alla ventiduesima edizione del Ravenna Festival.

Insieme al suo corso di danza contemporanea partecipa al festival di Lido Adriano “Spazio d’arte” (sotto la direzione artistica di Beppe Aurilia) sia nella prima che nella seconda edizione.

Partecipa con gli allievi dell’Officina delle Arti di Cesenatico al concorso Danza Europa 2011 classificandosi al primo premio della categoria contemporaneo e nel 2018 vince il secondo Premio del Concorso Rimini Si Danza.

Dal 2017/2019 partecipa al progetto “Invito alla Danza” coordinato dall’Associazione Cantieri Danza presentando le seguenti coreografie: “io e me” “Social” “Luce” “fort-minable” “A mano A mano” con gli allievi di Officina delle Arti e La Torre in vari spazi del territorio Ravennate.

Nel 2018 partecipa con gli allievi della Torre Fitness Group alla messa in scena di “L’insalata sotto il cuscino” con la regia di Arturo Cannistrà.

Dal 2016 partecipa con diverse coreografie insieme agli allievi di Officina delle Arti all’evento organizzato da Spazio Corpo: “Sosteniamo il Talento” per donare borse di studio a giovani danzatori desiderosi di studiare all’estero.

Nel 2019 porta la coreografia “Asteroidi” presso il MIR di Rimini 2019.

Dal 2007 insegna danza contemporanea presso “L’Accademia Del Musical” di Ravenna diretta da Laura Ruocco e con questa partecipa alla diciannovesima ed alla ventesima edizione del Ravenna Festival. Dal 2009 è docente dell’Officina delle Arti di Cesenatico e dal 2011 della Palestra La Torre di Ravenna. Insegna corsi di danza contemporanea per bambini, adolescenti e adulti sviluppando una didattica sperimentale sulla propedeutica alla danza contemporanea (che chiamerà DANZA CREATIVA).

Nel 2013 è ideatrice e ha la direzione artistica dello spettacolo-conferenza “Esplodiamo il disarmo” organizzato dal Comitato per il disarmo attivo.

Dal 2014 coordina e conduce un progetto con la “Il Teatro Del Drago” di Ravenna sull’insegnamento dei diritti umani nelle scuole medie di Ravenna, presso la sezione Holden della Biblioteca Classense di Ravenna e in azioni di Educativa di Strada.

Giorgia Massaro (Musical Modern - Musical Mini – Musical Maxi)

Nata a Ravenna, dopo aver frequentato un triennio di studi teatrali presso L’ Accademia del Musical diretta da Laura Ruocco, si trasferisce a Roma, dove continua per due anni lo studio ed il perfezionamento della danza presso il Centro Studi Danza Paganini di Fabrizio Paganini e Cinzia Ricciardi.

Nel 2009 viene ammessa al corso triennale professionale di recitazione alla Golden Star Academy di Andrea Maia. Diventa assistente di Laura Ruocco, affiancandola nei corsi di danza rivolti sia ad amatori che a professionisti e nel montaggio di coreografie per grandi eventi come l’annuale Festa della Polizia in Piazza del Popolo a Roma e la presentazione delle nuove auto della Maserati nel MotorShow di Shanghai del 2013. Nel 2009 viene scritturata come protagonista del musical "Energy Story" prodotto da Enel, che fino al 2011 toccherà tutte le maggiori piazze italiane; viene inoltre incaricata come assistente alla regia e alle coreografie per il montaggio dello spettacolo con il cast spagnolo, che sarà portato in tour nelle piazze della Spagna.

Successivamente interpreta i ruoli del Leone nella rivisitazione de “Il Mago di Oz”, Colombina ne “Il mondo di Arlecchino”, la Contessa Ruspoli nello spettacolo storico “150 Anni” all’interno di un circuito dedicato alle scuole promosso dal Teatro Golden di Roma.

Come unica ballerina prende parte allo spettacolo dedicato a Carmelo Bene di Marina Polla De Luca intitolato “Dedicato”, con coreografie di Manolo Casalino e Andrè de la Roche. Nel febbraio 2012 debutta nella stagione invernale del Teatro Golden come co-protagonista nel musical “Evil Bar” di Massimo Natale. Nell’autunno del 2012 inizia la collaborazione con il Ravenna Festival che continua ancora oggi, entrando come ballerina nella compagnia dei Danzactori, con i quali parteciperà alle nuove produzioni delle Trilogie d’Autunno nelle varie rapprasentazioni in Italia e all’estero (Traviata, Rigoletto e Trovatore; Macbeth, Otello e Falstaff; Tosca, Pagliacci e Cavalleria Rusticana; Aida, Norma e Carmen). Nel Marzo 2013 è assistente di Ivan Stefanutti nella regia di Falstaff al Teatro della Fortuna di Fano. Nel Maggio 2013, all’interno del Laboratorio Lirico Giovanile promosso da Forlì Musica, coreografa ed interpreta come ballerina l’opera “La Favola di Orfeo” di Alfredo Casella per la regia di Ivan Stefanutti e due Pas de deux sui brani “Pupazzetti” di Casella e “Romance” di Rachmaninov. Nel 2015 entra nell’ensamble del musical “Mimì è una civetta” prodotto da Ravenna Festival, con la regia e coreografie di Greg Ganakas. Nel 2016 forma il gruppo Anime Specchianti col quale firmerà, assieme a Chiara Nicastro, Francesca De lorenzi, Martina Cicognani e Davide Paciolla gli spettacoli Nova Vita e Amor Ci Vinse, portati in scena all’ interno della rassegna Giovani Artisti per Dante in occasione della ventisettesima e ventottesima edizione di Ravenna Festival. Nello stesso anno è in scena nello spettacolo “Chanteuse des rues” firmato da Micha Van Hoecke dedicato ad Édith Piaf e Jean Cocteau. Nel 2017 scrive, dirige ed interpreta, insieme a Chiara Nicastro, lo spettacolo “C’era una volta un Baule” per il teatro degli Oscuri di Torrita.

Sempre nel 2017 è assistente coreografie e Main dancer per il film Le Musk, diretto dal Premio Oscar Allah Rakha Rahman. Insieme a Giulio Benvenuti è la ballerina del nuovo videoclip di Maria Lo Castro nel suo nuovo singolo “Solo por tus besos”.

Nel 2018, oltre a portare avanti la collaborazione con il Ravenna Festival come Danzactrice e ad insegnare in varie scuole, diventa coordinatrice didattica dell’Accademia del Musical di Ravenna. Attraverso la Compagnia Teatrale Anime Specchianti dà vita a spettacoli legati a tematiche sociali ( “Partita Aperta, il modo migliore per ottenere nulla da qualcosa”, spettacolo finalizzato alla sensibilizzazione al problema del gioco d’azzardo compulsivo; “Samia, Guerriera Libera”, una lettura animata che usa la testimonianza vera di un’atletica olimpionica per dare una voce, un corpo e un’ anima a quella che oggi tutti chiamiamo solo immigrazione). Questi due spettacoli continuano ad essere richiesti e replicati anche nel 2019 in vari teatri italiani.

Chiara Nicastro (Canto)

Chiara è nata a Ravenna nel 1989, studia danza fin da bambina e frequenta l’Accademia del Musical di Laura Ruocco, sorta nella sua città per impulso di Cristina Mazzavillani Muti con l’intento di dar vita a una scuola di formazione artistica totale (parola, canto, musica, danza).

Nel 2008 viene ammessa all’American Musical and Dramatic Academy di New York dove studia danza, canto e recitazione conseguendo il diploma a pieni voti nel maggio 2010.  Nel gennaio 2011 scrive ed interpreta lo spettacolo di Cabaret “Some Card That’s Green” diretto da Stacy Lynn Gould all’Abingdon Theatre di New York.

Rientrata in Italia, partecipa come ballerina dell’Ensemble di Micha van Hoecke alla “Carmen” di Georges Bizet rappresentata al Teatro di San Carlo di Napoli con la regia dello stesso coreografo e alla sua nuova creazione per Ravenna Festival “Pathos, la tragedia delle Troiane in Euripide e Seneca” con Mariella Lo Giudice e Lindsay Kemp, prendendo poi parte alla lunga tournée siciliana che seguirà il debutto al Teatro Romano di Catania. Tornerà a lavorare con Micha Van Hoecke in qualità di cantante e ballerina nello spettacolo “Le Maître et la Ville” rappresentato al Teatro Alighieri nell’edizione 2014 di Ravenna Festival.

Nel 2012 partecipa come soprano del coro di voci femminili all’opera di Hindemith “Sancta Susanna” diretta da Riccardo Muti per la regia di Chiara Muti; con lo stesso coro femminile Melodi Cantores diretto da Elena Sartori canta in “Planets” di Gustav Holst sotto la direzione di Dennis Russel Davies.

Sempre nel 2012 scrive un testo sulla storia dei mosaici di San Vitale interpretando lei stessa l’Imperatrice Teodora nella Basilica di San Vitale, in occasione della visita a Ravenna dei Patrons della Chicago Symphony Orchestra.

Nell’autunno dello stesso anno, viene selezionata da Cristina Mazzavillani Muti e Catherine Pantigny per far parte dei Danzactori di Ravenna Festival con i quali parteciperà alle nuove produzioni delle opere verdiane della trilogia popolare (Traviata, Rigoletto e Trovatore) e della trilogia shakespeariana (Macbeth, Otello e Falstaff) nelle varie rappresentazioni in Italia e all’estero.

Nel Luglio 2013 interpreta il ruolo di Frency del musical Grease nel riadattamento “Brilla con noi” di Andrea Marchetti nell’ambito di Estate a Palazzolo a Palazzolo sull’Oglio.

Da Febbraio 2014 vive e lavora ad Amburgo dove forma assieme ad Antonio Di Dedda (Pianoforte), Lydia Schmidl (Fisarmonica) e Jorge Paz (Chitarra), il quartetto Classic Kontrast. La combinazione rara di voce, chitarra, pianoforte e fisarmonica, dona al Classic Kontrast la possibilità di spaziare tra moltissimi stili musicali; con vari programmi iniziano ad esibirsi con successo nei locali di Amburgo. Nel Maggio 2015 debuttano “Édith Piaf: Hymne à l’amour”, omaggio alla straordinaria artista francese nel centenario della nascita.

Nell’autunno 2015 partecipa in qualità di assistente alla regia, ballerina e cover al ruolo di Musetta alla produzione di Ravenna Festival “Mimì è una Civetta” diretta dal regista americano Greg Ganakas all’interno della Trilogia d’autunno dedicata a Giacomo Puccini.

Nel 2016, in qualità di assistente alla regia residente e ballerina, cura la tournée di Mimì è una Civetta in vari teatri dell’Emilia Romagna.

Nel 2016 forma il gruppo Anime Specchianti col quale firmerà, assieme a Giorgia Massaro, Francesca De Lorenzi, Martina Cicognani e Davide Paciolla gli spettacoli Nova Vita ed Amor Ci Vinse, portati in scena all’interno della rassegna Giovani Artisti per Dante in occasione della ventisettesima e ventottesima edizione di Ravenna Festival.

Nel Giugno 2016 in scena nello spettacolo “Chanteuse des rues” firmato da Micha Van Hoecke dedicato ad Édith Piaf e Jean Cocteau.

Interpreta la Fata Fastania nello spettacolo “C’era una Volta un Baule” scritto e diretto da Giorgia Massaro per il teatro degli Oscuri di Torrita di Siena.

Nel Settembre 2017 scrive ed interpreta col gruppo Anime Specchianti lo spettacolo “Sposa Povertà” dedicato a San Francesco di Assisi, in occasione delle celebrazioni per il Transitus Poetae Dantis a Ravenna, curato dal Centro Dantesco dei Frati Minori di Ravenna.

L’autunno 2017 la vede impegnata nella Trilogia d’Autunno di Ravenna Festival (Cavalleria Rusticana e Pagliacci).

Dirige e cura le coreografe de “Il Coro di Oliver” presso la scuola Oliver Twist di Como, collaborando con artisti come Elio e le Storie Tese e Josephine Lee in sale prestigiose milanesi come l’Unicredit Pavillion, Sala Borsa e Teatro Dal Verme.

Nel Gennaio 2019 debutta in un’opera lirica nel ruolo di Anna nel Nabucco di Giuseppe Verdi al Teatro Comunale di Ferrara.

Docenti Ospiti

Antonello Angiolillo

Nato a Chieti l’8 marzo del 1968. Ha studiato danza classica (all’Accademia Nazionale di Roma), danza moderna, tip tap, canto e recitazione in Italia e a New York. Pratica karate, tiro con l’arco, sub e free climbing, suona il pianoforte e la chitarra. Nel 1990 debutta nel ruolo di “Paul” nella prima edizione italiana del musical “A Chorus Line”.
L’anno seguente è ad Amburgo nel musical “Cats”. Torna in Italia e viene diretto da Pietro Garinei in “Ma per fortuna c’è la musica” con J. Dorelli, e in “Bobbi sa Tutto” con Dorelli e Loretta Goggi. Per sei anni è nel cast fisso della trasmissione TV di Paolo Limiti. Torna in teatro, nel 2000, protagonista di “Francesco: il Musical”, lo spettacolo sulla vita del Santo, vincendo il “Premio Massimini” come miglior giovane attore protagonista di musical. A settembre del 2002 è protagonista di “Joseph e la strabiliante tunica dei sogni in tecnicolor” con la regia di Claudio Insegno.
Nella stagione 2003/04 è co-protagonista e co-autore insieme a Laura Ruocco, Sabrina Marciano e Fabrizio Paganini (“il quartetto G”) dello spettacolo “Tutto fa…BrodWay” prodotto dal Teatro Sistina. Successivamente è “Bobby”, in “Company”, un musical di Stephen Sondheim; “Leopoldo” in “Al Cavallino Bianco” al festival dell’Operetta di Trieste, con Daniela Mazzuccato e la regia di Gino Landi. Nel 2004/05 è co-protagonista, con Laura Ruocco, del musical “Metropolis”, ispirato al film di Fritz Lang, con Lucia Poli e la regia di Ivan Stefanutti.
Nella stagione 2005/06 è ancora “Joseph” in “Joseph e la strabiliante tunica dei sogni in tecnicolor” al fianco di Rossana Casale. Nel febbraio del 2006 è produttore e protagonista, assieme al Quartetto G, di un musical sul fumetto con “Lupo Alberto” dal titolo “In bocca al Lupo”. Dal 2008 al 2010 è “Salvatore” nel musical “Poveri ma Belli” con le musiche di Gianni Togni e la regia di Massimo Ranieri. Nel 2010 interpreta “Jamie Wellerstein” nel musical “Questi 5 anni”, e a maggio è “Adamo” nel musical “Mi chiamo Eva”. Nella stagione 2010/11 veste i panni e il volto di “Bestia” nel musical “La Bella e la Bestia” e nella stagione 2012\14 è “Tick/Mitzi” nel musical “Priscilla – La Regina del Deserto”.

Giulio Benvenuti

Classe ‘92, All’età di 16 anni viene scritturato per il musical “Energy Story” con la regia di Laura Ruocco; diretto da Fabiola Ricci vince il Primo Premio come “Miglior Attore” al Teatro Nuovo di Milano con “The Wedding Singer”. Diplomato a Roma nel 2013 all’Academy del Teatro Golden diretta da Andrea Maia, prende parte alle sue produzioni con la regia di Augusto Fornari. Nel 2013 Enrico Montesano lo sceglie per la sua commedia musicale “C’è qualche cosa in te” con le coreografie di Manolo Casalino e nel gennaio del 2014 è Michele La Ginestra a volerlo nel suo spettacolo “Garbatella Futbol Cleb” come co-protagonista. Nello stesso anno entra a far parte del cast di “The Best of Musical” con la regia di Chiara Noschese per Stage Entertainment Italia. Durante l’estate del 2014 lavora a Disneyland Paris come Parade performer ed entra nel cast di “Comedy – Commedia Improvvisata” format ideato e diretto da Daniela Morozzi. Lavora con il regista e coreografo newyorkese Greg Ganakas nello spettacolo “Mimì è una civetta” ideato da Cristina Mazzavillani Muti  per il Ravenna Festival 2015. Da Settembre 2016 torna a lavorare per Stage Entertainment interpretando uno dei protagonisti di “Footloose”. E da Marzo 2017 è entrato a far parte della Compagnia della Rancia debuttando con la nuova versione di “Grease” con la regia di Saverio Marconi, nel ruolo di Tom e di cover Danny. Attualmente è in scena con lo spettacolo “Robin Hood il musical” diretto da Mauro Simone, con le coreografie di Gillian Bruce. Parallelamente alla sua carriera sul palco, insegna e collabora con Laura Ruocco nell’organizzazione di grandi eventi nazionali e internazionali. Fa parte del corpo docente dell’Accademia del Musical di Castrocaro diretta da Fabiola Ricci. Dal 2015 lavora per Bernard Hiller come insegnante di danza, seguendolo in varie città del mondo (Los Angeles, New York, Amburgo, Ischia, Berlino, Roma).

Adriana Cava

Ha avuto una formazione classica completa presso il Centro di Studio della Danza diretto da Susanna Egri; si è successivamente specializzata nello studio della danza modern-jazz presso la scuola del grande maestro italo-americano Luigi a New York.
In Italia e in Francia ha approfondito la sua preparazione con un altro illustre maestro, Matt Mattox. Come ballerina ha fatto parte per molti anni della Compagnia “I balletti di Susanna Egri”.
Nel 1981 ha fondato contemporaneamente un Centro di Danza per lo studio della tecnica modern-jazz presso il Teatro Nuovo di Torino e la Compagnia Jazz Ballet.
Ha iniziato la sua attività di coreografa nel 1981 e si è subito rivelata al concorso “Zonta” affrontando con il balletto “Brown Sugar” un tema molto difficile come quello dello droga e della solitudine esistenziale, ma il suo registro sa variare da argomenti drammatici ad atmosfere più spettacolari sfruttando le infinite modalità espressive della danza jazz.
Dal costante scambio di esperienze con grandi maestri e coreografi ha saputo creare un suo stile legato ad una particolare sensibilità alla musica jazz e rock più attuale; uno stile caratterizzato tanto da un elevato livello tecnico quanto da una grande espressività.
In questi anni ha organizzato a Torino numerosi manifestazioni quali: “1° Festival Internazionale di Modern-Jazz” invitando le migliori compagnie italiane e straniere, abbinando agli spettacoli corsi di perfezionamento tenuti da grandi maestri come: Gianin Loringett, Serge Alzetta, Jaques Alberca, Renato Greco, Eva Von Gencsy; organizza il “Concorso Coreografico Internazionale di Modern Jazz” con presidente Matt Mattox, arrivato ormai alla sua V edizione.
Inoltre ogni anno ospita nella scuola i più importanti maestri di danza jazz: Luigi, Matt Mattox, Andrè De La Roche, Steve La Chance, Laura Ruocco e molti altri.

Claudio Fabro

Nato a Torino nel 1970, cantante, autore ed insegnante di canto, da oltre dieci anni svolge la propria attività di ricerca vocale e musicale. Inizia gli studi musicali nel 1980 e dal 1990 studia canto con Francesca Oliveri e con Bob Stoloff, Tiziana Ghiglioni, Candace Smith, rev. Lee Brown, Shawn Monteiro, Luciana Sousa, Gabriella Ravazzi, Mal Waldron, Marcella Amoruso. Partecipa ad alcuni stages sul canto naturale con il maestro Antonio Juvarra (Conservatorio di Fossano-2005) e sulla tecnica Alexander con Federica Felici (Fi) e Bruce Fertman (USA). Approfondisce lo studio delle relazioni tra suono e corpo con un corso di danza butoh con Stefania Lo Maglio.
Leader di un progetto jazz e di musica originale a suo nome, la sua attività di cantante lo vede come corista/solista nell’orchestra della trasmissione televisiva Notti sul Ghiaccio – Rai Uno presentata da Milly Carlucci (ed.2007); turnista in studio con Pooh, Franco Simone, Alberto Radius, Daniele Luttazzi (Money for Dope-Virgin 2005); voce solista e corista nella MASS di L.Bernstein diretta dal maestro Stefano Pellegrino Amato (1999); voce solista e corista in “Metropolis-il Musical” con la regia di Ivan Stefanutti e le coreografie di Adriana Cava (2003).
Collabora come arrangiatore vocale e vocal coach con Planet Musical di Massimo Romeo Piparo, per il quale ha curato gli arrangiamenti vocali nell’edizione 2005 di Telethon – Rai Uno e ha lavorato come maestro di coro e vocal coach di Vanessa Incontrada nel musical “Alta Società” (2007).
Lavora con Francesca Oliveri and Deep River Choir, con rev. Lee Brown and the Freedom Family, con i quali partecipa a numerosi festival jazz in Italia.
Dal 1996 al 2001 è stato direttore e voce solista del Sunshine Gospel Choir e cantante/arrangiatore di gruppi vocali (Black Shoes; Java Jives).
L’attività didattica inizia a Torino nel 1994. Ha insegnato in numerose scuole di musica (MDV-musica dal vivo; ccc Soundtown; Casa Sonora). Docente di tecnica vocale all’Istituto Civico di Borgo San Dalmazzo (CN) dal 1999 al 2001. Oggi è docente di canto presso l’Istituto Civico Sinigallia di Chivasso (TO) e lavora come insegnante di canto a Torino, Milano, Varese, Roma (presso la scuola di musica L’Ottava). Svolge intensa attività didattica in numerosi stages in Italia (Solevoci Camp 2007-Cortina D’Ampezzo; Vocinsieme – stage intensivo sulla voce, dal 2002; Sing’in’Black ed.1997-1998-1999; Stage sul Musical-Accademia Arteinscena-Trieste).
Lavora come consulente artistico nell’organizzazione di rassegne musicali.

Augusto Fornari

Diplomato al Laboratorio Teatrale di Gigi Proietti e frequenta il corso di perfezionamento per attori diretto da Luca Ronconi e l’Atelier de La Souris a Parigi. Attore e autore nel gruppo teatrale “I PICARI” insieme a Roberto D’Alessandro e Marco Simeoli, alterna da subito il ruolo dell’attore a quello dell’autore e del regista. A teatro è stato interprete, tra gli altri, degli spettacoli: La bugiarda di Diego Fabbri con la regia di Rossella Falk, La nemica di D. Niccodemi con la regia di M. Missiroli e con V. Moriconi; I figli della Lupa di Gigi Magni con la regia di P. Garinei e musiche di N. Piovani; Il buono, il brutto, il cattivo testo de I Picari con la regia di Claudio Insegno; Shakespeare per attori cani sempre con la regia di Claudio Insegno. È stato interprete anche in film del cinema d’autore, interpretando pellicole in cui è stato diretto da Ettore Scola, riconosciute d’interesse culturale nazionale dalla Direzione Generale per il cinema del Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Nel 2005 è stato diretto da Pupi Avati nel film Ma quando arrivano le ragazze?. Nell’autunno 2007 è stato interprete in teatro – insieme a Vittoria Belvedere, Lorenza Mario e Michele La Ginestra – della commedia musicale L’altro lato del letto, ispirata all’omonimo film spagnolo El otro lado de la cama. Nel 2010 si è avvicinato alla regia cinematografica con il corto Italia bella mostrati gentile, con Karin Proia. Nel 2011 si avvicina anche alla Regia Operistica dirigendo l’opera “La Bhoeme” al Teatro Carlo Felice di Genova. Nel 2012 appare nel film di Woody Allen “To Rome with Love”.

Giovanni Franzoni

Nasce a Mantova il 14 ottobre del 1964. Si forma professionalmente alla scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova.
In teatro lavora, tra gli altri, con Marco Sciaccaluga, Vittorio Gassman, Carlo Lizzani, Elio De Capitani, Ferdinando Bruni, Gigi Dall’Aglio, Andrèe Ruth Shammah, Pier Luigi Pizzi, Giorgio Gallione, Angelo Savelli, Stephan Braunschweig, Toni Servillo, Giorgio Barberio Corsetti, Lorenzo Loris, Antonio Latella, Federico Tiezzi.
Nel cinema con Francesca Archibugi, Alessandro D’Alatri, Michele Soavi. Collabora con Gabriele Salvatores nel film ”Come dio Comanda” in qualità di attore e coach del protagonista minorenne.
Come attore al cinema anche con la francese Marina de Van in “Ne te retourne pas” ed è Ranfield in Dracula3D di Dario Argento. E’ diretto da Peter Greenaway in “Peopling the Palace”.
In televisione è protagonista di puntata in ”RIS2 “diretto da A. Sweet ”48 ORE“ per la regia di Eros Puglielli. Diretto da Antonio Frazzi per RAI uno nell’episodio ”Estate torbida”, ne Il Commissario De Luca. Partecipa inoltre a” Nebbie e delitti” diretto da Riccardo Donna e da Alessandro Piva in “La scelta di Laura”. E’ stato protagonista di uno spot per Sky Sport.

Gabrio Gentilini

Gabrio nasce nel 1988 a Faenza. Cresce a Fiumana, in provincia di Forlì, ed è qui che inizia i suoi studi artistici e le sue esperienze teatrali. Grazie alla borsa di studio Gianni Fenzi si diploma nel 2009 presso l´Accademia biennale professionale di musical MTS – Musical! The School di Milano, sotto la direzione di S. Nardini. In seguito nel 2012 frequenta un corso professionale alla Golden Star Academy di Roma diretta da Andrea Maia. Le sue esperienze teatrali includono: il protagonista Tony Manero ne “La Febbre del Sabato Sera” (Stage Entertainment Italy) corpo di ballo del “Macbeth Musical Tragedy” (Teatro Take Away e CWM), Edo e sostituto Sky in “MAMMA MIA!” (Stage Entertainment Italy), il protagonista Gerry nel musical “Energy Story” (ENEL spa, regia e coreografia di Laura Ruocco), Hatley ne “Il Libro della Giungla” (S.D.T Production, regia di A. Bonfanti e coreografie di G. Bruce), performer in “Sindrome da Musical”(regia di L. Biolcati, coreografie M. Frattini). È stato anche ballerino in varie produzioni di Operette per la compagnia Teatro Musica Novecento.

Roberto Giuffrida

Roberto è nato a Roma nel 1979. A 18 anni vince una borsa di studio per frequentare la “Urdang Academy of performing arts”, scuola di musical londinese. Durante gli anni di accademia prende parte, in qualità di performer, a numerosi galà e festival nei più prestigiosi teatri di Londra. Una volta diplomato, comincia il suo percorso professionale debuttando in “Little shop of horrors” (Edimburgo). Successivamente prende parte ai musical ” La febbre del Sabato sera”(Colonia), Thoroughly modern Millie” (Londra), “Fame” (Cipro), “Contact” (Londra), “The producers”(Italia), “La bella e la bestia” (Milano e Roma). Per due anni consecutivi, sempre a Londra, ha inoltre la fortuna di esibirsi al “Royal Variety Performance”, alla presenza della Regina d’Inghilterra. Nel 2004 , in qualità di ballerino, è nel film ” Beyond the sea” diretto e interpretato da Kevin Spacey. Alla sua attività di performer affianca con piacere quella di insegnante di jazz e musical nelle più prestigiose scuole londinesi. Dopo tutte queste esperienze all’estero rientra in Italia, e affiancato da un prestigioso team di professionisti, fonda e dirige “Professione Musical”, accademia professionale per performer con sede a Parma.

Gennaro Iaccarino

Nel 2004 si diploma all’ Accademia d’arte drammatica del Teatro Bellini di Napoli con lo spettacolo “Orestiade” di Pasolini per la regia di Livio Galassi. Ha studiato con Alvaro Piccardi, Jean Paul Denizon , Paolo Giuranna , Maurizio Gueli , Livio Galassi, Antonella Morea , Carlo Biccusrosso, Annamaria Akermann , Cristina de Miranda, Carlo Morelli e Laura Zaccaria. Ha successivamente approfondito la sua formazione con Jean PAul Denizon, Marina Polla de Luca (acting), Maria Laura Baccarini (Musical Theatre Workshop), Enrico Brignano (Stage: Impara l’arte…e mettila in pratica), Barbara Pieruccetti (Recitazione), Laura Ruocco (Danza). Ha studiato canto con Carlo Morelli, Monica Proietti Tuzia.
Nel 2005 con Aurelio Levante attore e regista romano, debutterà come unica presenza maschile in “Circa…il circo al femminile” progetto che si ripeterà anche 4 anni dopo nel 2009 al Teatro allo Scalo. Debutta in seguito con “Sono tutti luoghi comuni” con Barbara Medda. Commedia a due scritta e diretta dal Levante. Nel 2006 viene scritturato dalla Collepardo Film di Caterina Rogani per il film “Ho ammazzato Berlusconi” film fantapolitico. In seguito collabora per la stessa produzione alla realizzazione del cortometraggio “Prova d’amore” per la regia di Fabio Mureddu. Nello stesso anno arriva la tv. Lavora con Mariolina Simone per Coming soon Television alla trasmissione Talk-on come inviato alla prima mostra del cinema di Roma. Qualche mese più tardi la Simone lo chiama nel cast degli attori per la trasmissione Corto in Progress. Nel 2007 prende parte ad un progetto basato sulla danza e il mimo “Angeli” tenuto da Adriana Lucis, con performance in eventi romani e a Castel S. Angelo. Nello stesso anno arriva “L5S1…perche’ yoga”.Uno spettacolo di Aurelio Levante sulla storia del Maestro Pietro Bretto. Gira tre cortometraggi. “Voice Over” è il primo cortometraggio da protagonista per la regia di Alessandro Modica, “I Randagi” il secondo corto, noir, per la regia di Roberto Nugnes e “La Gradisca si è sposata” per la regia di Giuseppe Fiorentino. Nel 2008 Viene scritturato per il film On-Off per la Regia di Mario Marasco. Prende parte alla commedia “Doppio misto…” per la regia di Marco Lapi. Nello stesso anno fa parte del cast de “L’Angelo e la Fiammiferaia”, spettacolo musicale per la regia di Ilenia Costanza. Nel 2009 viene scelto come protagonista-conduttore musical Energy Story. Evento prodotto da Enel. Oltre 130 repliche in otto città italiane per la regia di Laura Ruocco, sempre nel 2009 comincia una nuova avventura presso l’Accademia Golden di Andrea Maia a Roma. E’assistente di Barbara Pieruccetti nel corso professionale di recitazione, Docente del corso Musical per miniteen insieme a Giorgia Massaro e del corso Recitazione per cantanti. Nello stesso anno Valerio Gallo Curcio lo sceglie come solista per le sigle di alcuni episodi di Mirabelle (cartone animato Sky). Comincia così la sua avventura come doppiatore-cantante nelle serie I Griffin, I Simpson e American Dad, “Ha!HA!Hairies” , “Oktonauti”, “Dance la forza della passione” (raidue) fino ad arrivare alla prima serie da protagonista “Ha!HA!Hairies” insieme a Noemi Smorra. Nel 2010, viene scelto da Fabio Grossi per interpretare Pistol in “Le allegre comari di Windsor” (fino al 2012) Prodotto dal Teatro Eliseo di Roma con Leo Gullotta, lo spettacolo conterà più’ di 180 repliche. Eseguiva anche una canzone da solista del maestro Germano Mazzocchetti. Nel 2013 prende parte agli eventi “Fabrica” di Franceca Caprioli con Bruno Corazza, è in scena al teatro d’innovazione Koreja di Bari con lo spettacolo musicale orchestrato “Il sole di chi è” con Raffaela Siniscalchi. Direttore d’orchestra Michelangelo Galeati. Al teatro Ghione di Roma è il grillo parlante in “C’era una volta la fiaba” per la regia di Selene Gandini.

Sabrina Marciano

Attrice, cantante, ballerina è diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma. Studia recitazione, canto, danza classica, danza moderna, tip tap.
Ha debuttato come ballerina con Gino Landi. Nel 1991 canta a ”Domenica In” nel gruppo delle Strangers. Prende poi parte ad alcune trasmissioni RAI condotte da P. Baudo.
E’ stata al fianco di T. Solenghi in ”FrankensteinMusical”. Ha interpretato il personaggio di Meg nello spettacolo di T. Pulci ”Piccole Donne il Musical” e ha fatto parte del cast di “Boccadoro the traveller” con la regia di Fabrizio Angelini. In tv interpreta Vanna nelle sit-com di Canale5 ”Due per tre” con J. Dorelli e L. Goggi, nella sit-com di Can5 ”Don Luca” con L. Laurenti nella sit-com “Colpi di sole” di RAI 3 e partecipa come cantante alla trasmissione RAI “Garda che musical”. Fa parte del QuartettoG con il quale mette in scena ”Tutto fa Broadway” e “In bocca al Lupo!”. Ha interpretato il ruolo di Sarah Brown in “Bulli e pupe” della compagnia della Rancia con la regia di Fabrizio Angelini.
Con la regia di Pietro Garinei è negli spettacoli ”Ma per fortuna c’è la musica” con J. Dorelli, ”Bobby sa tutto” con J. Dorelli e L. Goggi, ”Due ore sole ti vorrei” con G. Iannuzzo fino a interpretare il musical “Vacanze Romane” nel ruolo della principessa Anna con Franco Castellano. E’ nello spettacolo “Il letto ovale” con Maurizio Micheli e Maria Laura Baccarini e in “Happydays” nel ruolo di Marion Cunningham diretta da Saverio Marconi con la compagnia della Rancia. Con il monologo “IO SONO L’ACQUA” con la regia di Roberto COSTANTINI vince il premio come migliore attrice protagonista al Teatro La Cometa di ROMA. Interpreta il ruolo della Vergine Maria nello spettacolo “NON ABBIATE PAURA” sulla storia di Papa Giovanni Paolo II, con la regia di Gianluca FERRATO e Andrea PALOTTO. E’ una delle due “primedonne” del “SISTINA STORY” con Pippo BAUDO ed Enrico MONTESANO, regia di Massimo PIPARO che la conferma anche successivamente nel musical “Tutti insieme appassionatamente” con Luca Word e Vittoria Belvedere e nel ruolo della maestra di danza nel pluripremiato musical “BillY Elliot”. Attualmente in tourneé con il Musical “MAMMA MIA!” nel ruolo di Donna, sempre con la regia di Massimo Romeo Piparo.

Raffaella Misiti

Raffaella Misiti svolge attività di cantante dal 1988 e di insegnante di canto e interpretazione dal 1992 in Italia e all’estero. Docente di Canto Pop al Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone, di tecnica vocale alla Scuola di Formazione e Produzione Musicale L’Ottava di Roma , ed è direttrice musicale e docente di tecnica vocale e repertorio del musical al LIM – Laboratorio IALS Musical di Roma e alla Link Academy – Accademia Europea di Arte Drammatica diretta da Alessandro Preziosi.
Si specializza e perfeziona studiando tra gli altri con Kristin Linklater, Maria Pia De Vito, Bobby Mc Ferrin, Francesca Oliveri (tecnica belting, gospel e spiritual) Elizabeth Howard, Cynthia Perkins, Tommaso Monaco.
La passione per il jazz e per il teatro musicale l’ha portata ad avere una profonda conoscenza dei repertori e a lavorare sul campo come vocal coach di artisti e compagnie di Musical a livello nazionale.
Come Vocal Coach nel teatro musicale e nello spettacolo, ha seguito performers impegnati nelle produzioni teatrali di musicals internazionali tra cui Chicago (Teatro Sistina, 2004), The Full Monty, regia di G. Proietti, Vacanze Romane, regia di P. Garinei, My Fair Lady, Lady Day, La febbre del sabato sera, Hairspray, regia di M. R. Piparo, François – Versailles Rock Drama, regia di A. Palotto; ha lavorato inoltre con Milly Carlucci, Eleonora Daniele, Martufello, Margot Szykabony, Hannah Bradbeer (X-Factor UK), Giorgio Carosi, Eleonora Tata (Pippi Calzelunghe), Valentina Cenni (Clementina in “Aggiungi un posto a tavola”), Arisa, Emy Bergamo (“Poveri ma belli”, “Rugantino”), Denny Mendez, Teresa De Sio.

Daniela Morozzi

È stata rubata al teatro dell’improvvisazione. Nel 1988 entra a far parte della Lega Italiana Improvvisazione Teatrale (LIIT), prima come attrice e poi come insegnante e direttrice artistica. Nel 2002 è stata un’insegnante teatrale nel reality show, Operazione Trionfo, condotto da Miguel Bosè e trasmesso da Italia 1. Lavora anche come attrice cinematografica e soprattutto televisiva, diventando nota grazie alla serie tv di Canale 5, Distretto di polizia, dove dal 2000 al 2010 ha interpretato il ruolo di Vittoria Guerra.

Fabrizio Paganini

Fabrizio Paganini forma le sue basi di danza classica alla scuola del Teatro dell’Opera di Roma, già da allievo prende parte a diverse produzioni del teatro stesso (la più importante “Bergh Cristal” come primo ballerino junior accanto a Carla Fracci e George Yancu) e continua negli anni a seguire a lavorarci come professionista. Le produzioni più importanti cui ha preso parte sono: Marco Spada, Giulietta e Romeo, Spartacus e Aida. E’ inoltre stato scritturato dal San Carlo di Napoli per la “Cenerentola” di Nureyev, ha ballato al teatro Rendano di Cosenza con il ruolo di primo ballerino nella “Vedova Allegra” per la compagnia Skanderberg, ed è intervenuto al Festival Internazionale dei due Mondi di Spoleto nell’opera “Il Goya” di G. Menotti. Continua le sue esperienze teatrali ballando per il Nuovo balletto di Roma e l’Euroballetto che lo fanno partecipe delle loro tournée nazionali ed internazionali. Balla, canta e recita in sette diversi musical: uno ideato e coreografato da Luciano Cannito “Un Americano a Parigi”, tre firmati Garinei e Giovannini “Rinaldo in campo” (coreografie di Franco Miseria), “Aggiungi un posto a tavola” (coreografie Gino Landi), “Bobbi sa tutto” (coreografie Gino Landi) e tre prodotti dalla Compagnia della Rancia “A Chorus Line” (coreografie Baayork Lee, ricoprendo il ruolo di “Don”), “Sette spose per sette fratelli” (coreografie Fabrizio Angelini), “Dance” (coreografie Mauro Bigonnzetti – Anna Larghi). Fa parte del QuartettoG con il quale mette in scena ”Tutto fa Broadway” e “In bocca al Lupo!”. Prende parte a diverse trasmissioni televisive: “Illusione”, (primo ballerino) condotta da G. Magalli, “Dudu Dudu”, (attrazione) condotta da Claudia Mori, “Partita doppia” (attrazione) condotta da Pippo Baudo, “La Corrida” (attrazione) condotta da Corrado, “Biciclette e raggi di luna siciliani” (primo ballerino ospite) condotta da M. Carlucci, due edizioni di “Gelato al limone” condotte da Massimiliano Pani e Benedicta Boccoli (attrazione), “Fantastico 97″ (attrazione), condotta da G. Magalli e M. Carlucci. E’ invitato, insieme con Augusto Alfonso e Raffaele Paganini, in molte trasmissioni televisive e con loro, ha ballato nello spettacolo ” I quattro magnifici quattro” al Teatro nuovo di Torino. Non manca la sua presenza nel mondo del cinema: “Aprile” regia di N. Moretti, “La leggenda del pianista sull’oceano” regia di G. Tornatore ed è il primo ballerino del film per la televisione “Famiglia Ricordi” regia di Mauro Bolognini. Attualmente dirige il “Centro Studi Danza Paganini” di Roma.

Barbara Pieruccetti

Diplomata a pieni titoli alla storica “Bottega Teatrale” diretta dal maestro del teatro italiano Vittorio Gassman, inizia una carriera che spazia dal teatro più classico, come “Le troiane” di Euripide col teatro Popolare di Roma, a Pirandello nell’“Enrico IV” con Mariano Rigillo, a Dante e D’Annunzio sotto la direzione del grande Giorgio Albertazzi, di cui diverrà presto stretta collaboratrice in numerosi stage, iniziando così una solida carriera didattica che prosegue tuttora. Grazie al felicissimo orecchio verso lingue e sonorità dialettali, viene scelta dal Maestro napoletano Roberto De Simone e, dopo aver
superato la sfida col dialetto milanese a fianco di Piero Mazzarella (uno dei maggiori esponenti del nostro teatro dialettale, e non solo), inizia ad “imperversare” anche nel teatro partenopeo accanto a Vincenzo Salemme, Carlo Giuffrè, Sergio Solli, Gigi Savoia, fino ad essere scelta dal registaGiuseppe Patroni Griffi per l’allestimento di “Napoli Milionaria”. Rimanendo in territorio “meridionale”, affianca Pino Caruso in un testo sulla vita di Giacomo Puccini. Seguono numerose altre esperienze, tra cui il musical “Tootsie” accanto a Marco Columbro, Enzo Garinei e Chiara Noschese per la regia di Maurizio Nichetti, ed il più recente “I casi sono due” di A. Curcio con Sergio Solli, a riprova dell’ecletticità di Barbara, che anni prima aveva affrontato “L’opera da tre soldi” diretta da Tato Russo in occasione della riapertura del Teatro Bellini di Napoli.
Parallelamente partecipa a diverse produzioni televisive, come “Caro Maestro”,“Un medico in famiglia”, “Carabinieri 5”,“Un posto al sole”,“Ugo” sitcom con Marco Columbro e Barbara D’Urso. Nel corso degli anni cura diverse regie, mettendo in scena tra gli altri testi di Dario Fo e Vincenzo Salemme. Dal 2009 è insegnante di recitazione e recitazione in versi della GoldenStar Academy per la quale ha curato la regia di tutti gli spettacoli di fine anno messi in scena.

Marco Sgrosso

Diplomato nel 1983 alla Scuola di Teatro di Bologna diretta da Alessandra Galante Garrone, durante la sua formazione ha seguito stages e seminari diretti da Carlo Merlo, Pierre Byland, Sandro Sequi, Thierry Salmon.

Dal 1985 al 1999 ha fatto parte continuativamente della compagnia di Leo de Berardinis, partecipando a quindici spettacoli.

Dal 1993 dà inizio ad un’attività autonoma, fondando - assieme ad Elena Bucci – la Compagnia Le Belle Bandiere, che, oltre alla consueta attività di produzione e circuitazione, cura la realizzazione di eventi e spettacoli sul territorio di Russi in Romagna, tra cui la battaglia per la ristrutturazione del Teatro Comunale.

Per la compagnia Le belle bandiere, assieme ad Elena Bucci, realizza oltre venti spettacoli a partire dal 1992, spaziando dalla drammaturgia contemporanea all'operazione di rilettura di alcuni grandi classici, prima in collaborazione con le compagnie Diablogues e Teatro degli Incamminati (Il berretto a sonagli, Anfitrione di Moliere, Il Mercante di Venezia, Le smanie per la villeggiatura, premio Olimpici del Teatro 2007), poi in collaborazione con il Teatro Stabile di Brescia (Macbeth, Hedda Gabler, La locandiera, L'amante, Antigone, Mythos) .

Da solo è regista e interprete di di Ella di Herbert  Achternbusch e di Basso Napoletano- variazioni per voce, contrabbasso e basso elettrico, e nel maggio 2012 realizza un’elaborazione dal romanzo di F. Dostoevskji, Memorie del sottosuolo- a proposito della neve fradicia, in scena con Carluccio Rossi, autore anche della scena e delle immagini, spettacolo coprodotto dal CRT di Milano.

Dal 1992 tiene laboratori finalizzati all'apprendimento dell'arte teatrale, come nel caso della lunga collaborazione con il Cimes - Università degli Studi di Bologna, e come docente di recitazione con la Civica Accademia Nico Pepe di Udine e la Civica Paolo Grassi di Milano.

Come attore, ha lavorato in spettacoli diretti da Francesco Macedonio, Dino Desiata, Cesare Ronconi, Mario Martone, Raul Ruiz, Paolo Billi e Dario Marconcini, Leo de Berardinis, Claudio Morganti, Maurizio Schmidt. Nel 2002 è regista dello spettacolo Don Francesco Foglia sacerdote, scritto assieme a Marco Alotto, che ne è l’interprete. Nelle estati 2002 e 2003, assieme ad Elena Bucci, è voce recitante nel Sogno di una notte di mezza estate di F. Mendelsshon, su libretto di Gerardo Guccini e nell’estate 2004 interprete e regista della parte teatrale de La tempesta di J. Sibelius, entrambe produzioni del Festival delle Notti Malatestiane con coro e orchestra diretti dal Maestro Manlio Benzi. Nelle estati 2006 e 2007 partecipa ai progetti Il Decameron di Giovanni Boccaccio e Lectura Dantis, e in quelle del 2009 e 2010 a Le voci della luna, ideati per il festival di Corciano da Maurizio Schmidt ed Elisabetta Vergani (Farneto Teatro). Nel 2006 partecipa al progetto di letture da Guerra e pace, organizzato dalla Compagnia Lombardi-Tiezzi per il Comune di Bologna. Nel maggio 2009 cura la regia di Elektra di Hugo von Hofmannsthal, progetto di Elisabetta Vergani, poi, insieme a diversi colleghi del Teatro di Leo, partecipa alla realizzazione nelle ex Caserme Sani di Bologna dello spettacolo Molti pensieri vogliono restare comete, dedicato al loro maestro, e in settembre, assieme a Claudio de Maglio, partecipa al Festival Internazionale Masque di Helsinki, con lo spettacolo The Infernal Comed.

Nel 2012 cura con Elena Bucci il progetto L’albergo dei poveri - prove di gioia tra le rovine de L’aquila per i Cantieri dell’immaginario. Nel 2013 debutta l’ultima produzione, in collaborazione con il TPE di Torino, Delirio a due di Eugene Ionesco, ultima produzione in duo dopo La pazzia di Isabella – vita e morte dei Comici Gelosi.

Nel cinema lavora in produzioni dirette da Raul Ruiz, Michele Fasano e Tonino de Bernardi.

Monica Proietti Tuzia

Cantante, corista, insegnante di canto e vocal coach. Diplomata in Canto moderno presso l’”Università della musica di Roma”, si specializza in Canto Jazz con Cinzia Spata, in Canto Pop-Soul con Annamaria di Marco e Annamaria Angelucci, in Teoria, Ear training e Arrangiamento con Fabrizio Cardosa , Roberto Spadoni e Stefano Cataldi, in Logopedia con Livia Corelli, in Gospel e Cultura Afroamericana con Timothy Martin, in Musical con Maria Grazia Fontana (canto), Orazio Caiti (coreografia), Michela Andreozzi (recitazione), Attilio Fontana e Giulio Costa (regia). Ha conseguito gli attestati di primo e secondo livello avanzato dell’Estill Voicecraft EVTS con Elisa Turlà (sistema innovativo di insegnamento per la voce) e seguito seminari di metodo Linklater (ideato da Kristin Linkater , attrice di teatro statunitense e vocal coach per attori) con Margarete Assmuth. Ha partecipato come corista dei “SAT B” in diverse trasmissioni televisive (Telethon, Domenica in, Grande Fratello, Italia sul due) e a teatro nei musical “Actor dei” e “‘68 Italian rock musical”. Si esibisce da quindici anni in club, locali e rassegne come solista e corista, in formazioni jazz blues, pop e dance, in Italia e all’estero. Da dieci anni si dedica all’insegnamento del canto, privatamente e presso scuole di musica di Roma e provincia.

Fabrizio Voghera

Figlio di una cantante lirica, da bambino segue la madre durante le rappresentazioni, facendo anche in alcuni casi la comparsa.
Inizia ad esibirsi all’età di 17 anni, cantando nei villaggi turistici ed esibendosi con una cover band.
Nel 1997 viene selezionato da Paolo Limiti ed entra nel cast del programma televisivo Ci vediamo in tivù; nello stesso anno partecipa al Cantaestate.
Allievo di Luca Jurman, partecipa al festival di Castrocaro, e nel 1999 pubblica il suo primo album, Sotto la pelle, con undici brani.
L’anno successivo viene selezionato per l’Opera Popolare di Riccardo Cocciante Notre-Dame de Paris, in cui reciterà dapprima alternandosi nelle parti di Quasimodo e di Frollo, e poi, a partire dal 2008, in quella di quest’ultimo personaggio, effettuando più di duecentocinquanta repliche. Nel 2005 partecipa al musical Metropolis, che Adriana Cava e Ivan Stefanutti realizzano ispirandosi all’omonimo film di Fritz Lang del 1927, nella parte di Freder.
Sempre nello stesso anno interpreta il personaggio della Maschera di ferro nella rievocazione che si tiene annualmente a Pinerolo “La Maschera di Ferro e i moschettieri”.
Nel 2006 lavora nuovamente con Cocciante, nella nuova opera del cantautore italo-vietnamita, Giulietta e Romeo, nella parte di Frate Lorenzo; con quest’opera si esibisce anche in Cina, a giugno del 2010.
Nel 2007 pubblica il maxisingolo «Stai», con quattro brani inediti scritti insieme a Ivano Icardi.
Nel 2013 impegnato nel tour internazionale di Notre-Dame de Paris.

Hanno studiato con noi

Camilla Berardi

Camilla Berardi inizia il suo percorso ad appena 6 anni quando si approccia alla danza classica diretta da Tiziana Berté. 

Ad 8 anni inizia a frequentare i corsi di musical tenuti dall’Accademia del Musical di Ravenna diretta da Laura Ruocco con la supervisione artistica di Cristina Mazzavillani Muti, dove mette le basi di canto e recitazione continuando sempre ad approfondire lo studio della danza (modern jazz, contact improvisation e tip tap). 

Nel 2016 viene ammessa alla Bernstein School of Musical Theatre (BSMT) di Bologna diretta da Shawna Farrel per diplomarsi come attrice di Musical Theatre nel 2019.

Durante questo percorso studia con professionisti italiani del settore e prende parte a diverse produzioni della BSMT tra cui nel 2018 -presso il Teatro Duse di Bologna - ‘Le streghe di Eastwick’ con la regia di Mauro Simone e ‘Big Fish’ con la regia di Saverio Marconi; in entrambi gli spettacoli è ballerina e ensemble.

Nel luglio dello stesso anno prende parte alla produzione del Teatro Comunale di Bologna e BSMT productions di ‘West Side Story’ con la regia di Gianni Marras, nel ruolo di Pilar.

Nel 2019 è Anna nella produzione di ‘Spring Awakening’ presso il Teatro Duse di Bologna con la regia di Mauro Simone e le coreografie di Giorgio Camandona per cui ricopre il ruolo anche di assistente alle coreografie; nel giugno dello stesso anno è ballerina e ensemble ne ‘Il bacio della donna ragno’ produzione Teatro Comunale di Bologna e BSMT productions con la regia di Gianni Marras.

Marta Bianco

Marta Bianco inizia la propria formazione nel 2004 a Ravenna con “Il Teatro delle Albe” di E. Montanari e M. Martinelli mettendo in scena Il desiderio preso per la coda e Ritornerò e sarò milioni. Nello stesso anno si iscrive presso “L’Accademia del Musical” diretta da L. Ruocco e frequenta corsi di recitazione, di canto e di danza. Con quest’ultima porta in scena in rassegna con il Ravenna Festival nel 2008 Da un carcere femminile… al Teatro Rasi e Teatro Alighieri di Ravenna. Nel 2007 si trasferisce a Roma per frequentare l’accademia di recitazione “Il cantiere teatrale” diretta da T. P. Cruciani. L’anno successivo si iscrive al corso professionale per attori alla “GoldenStar Academy” concludendolo nel 2012. Durante gli anni di formazione, approfondita da numerosi stage intensivi, prende parte a diversi spettacoli: Energy story musical con la regia L.  Ruocco nel ruolo di Olympia; La terra senza Teatro Belli Roma con la regia di I. Stefanutti; XX Settembre 1870 – La storia, le storie Via XX Settembre e Piazza del Popolo a Roma con la regia di L. Petrillo e P. La Delfa; Da Oz a Og(gi)!-una favola moderna nel ruolo di Dorotea; Amleto contro la pantera rosa Teatro Golden Roma con la regia di Augusto Fornari, con Augusto Fornari e Giancarlo Ratti, nel ruolo di Odette Fraschitelli; Da Trilussa a Facebook Teatro Golden Roma. Da quest’ultimo spettacolo inizia il sodalizio con Giacomo Genova giovane attore romano. Con lui porta in scena nel 2012 Cretinerie subalterne con la logica in sciopero e nel 2013 Allegro con brio al Duse Teatro di Roma. Nello stesso anno è coprotagonista in Sospiri di Roma – concerto per sogni e ricordi ai Centri Culturali Gabriella Ferri, Aldo Fabrizi e presso il Museo di Roma in Trastevere (Progetto Zetema per Roma Capitale). Nel 2015 si laurea in Arti e scienze dello spettacolo alla Sapienza di Roma con una tesi su Paolo Poli. Nello stesso periodo porta in scena Ciao Ciao Modugno! spettacolo prodotto dalla Regione Lazio presso il Centro Culturale Elsa Morante facente parte del circuito “La Casa dei Teatri” di Roma. Nel 2018 Conclude il percorso universitario prendendo una laurea magistrale con lode in Teatro, Cinema, Danza e Arti Digitali con un tesi dal titolo Il brillante nel teatro italiano tra Otto e Novecento. Nel 2019 entra a far parte del GUT – Gruppo universitario teatrale e grazie al laboratorio Dal comico alla Satira condotto da Sabina Guzzanti si esibisce con spettacoli di Stand Up Comedy nei locali della Capitale. Attualmente collabora ad una produzione discografica e alla scrittura di spettacoli teatrali-musicali.

Martina Cicognani

Martina Cicognani nasce a Ravenna l’8 luglio 1989.

Inizia gli studi di performer nel 2004 all’Accademia del Musical diretta da Laura Ruocco nella sua città.

Dopo aver conseguito il diploma di scuola superiore nel 2009 si trasferisce a Roma dove inizia il percorso di studi triennale professionale per attori alla Golden Star Accademy di Andrea Maia e continua gli studi di danza nel Centro Studi Danza Paganini, con il ballerino Fabrizio Paganini.

Nel 2010 è in tournée nazionale nelle maggiori piazze italiane con “Incredibile Enel” in “Energy Story” spettacolo prodotto da Enel per educare al risparmio energetico e alle fonti rinnovabili.

Debutta come co-protagonista nel 2011, allo Zelig di Milano, nello spettacolo “In famiglia senza medico” insieme al comico Gabriele Cirilli, andato in scena anche nella stagione teatrale al Golden di Roma. Diventa assistente del coreografo Manolo Casalino che affianca nei corsi di danza della Golden Star Academy e nei corsi per attori del Teatro Ambra Jovinelli a Roma. La collaborazione con Casalino prosegue anche nel 2012 in “Inferno opera rock” dove la dirige nel ruolo di Francesca da Rimini in scena al Teatro Brancaccio di Roma. Nel 2014 lo affianca nella ideazione delle coreografie degli spettacoli del Circo Moira Orfei.  Nel 2013 entra nel corpo di ballo di “C’è qualche cosa in te”, commedia musicale fortemente voluta e interpretata dal grande mattatore Enrico Montesano che tocca importanti teatri come il Brancaccio di Roma, l’Augusteo di Napoli, fino ad arrivare nel 2015 al Teatro Sistina, simbolico luogo della sede della commedia musicale italiana.

A marzo 2014, diretta dai coach-attori Daniela Morozzi, Bruno Cortini e Marco Fida, prende parte a “Comedy” dove fa la prima esperienza di commedia improvvisata.

Nell’estate 2015 entra a fare parte della compagnia dei “Danzactori” diretti da Cristina Mazzavillani Muti, presidente e “anima” di Ravenna Festival, partecipando a numerose opere.

Inizia il viaggio nel mondo operistico con il “Falstaff” di Verdi, con la regia di Cristina Mazzavillani Muti e diretto dal maestro Riccardo Muti, per poi continuare la collaborazione con loro fino ad oggi nelle Trilogie d’ Autunno degli anni 2016 e 2017, nelle opere “Macbeth”, “Tosca”, “Cavalleria Rusticana” e “Pagliacci”, rappresentate in Italia e all’ estero nel Savonlinna Opera Festival in Finlandia.

A novembre 2015 è nell’ensamble di “Mimì è una civetta”, divertissement à la bohémienne nella trilogia autunnale dedicata a Puccini da Ravenna Festival, regia e coreografie di Greg Ganakas, con le improvvisazioni e i virtuosismi della fisarmonica di Simone Zanchini e della tromba di Fabrizio Bosso.

Lo spettacolo nel 2016 è portato in tournèe nei teatri di Piacenza, Reggio Emilia, Modena...insieme alla nuova creazione di Cristina Mazzavillani Muti "Così muore Mimì" in scena al teatro di Lucca.

Nel giugno del 2016 nasce il gruppo Anime Specchianti insieme a Chiara Nicastro, Francesca De Lorenzi, Giorgia Massaro e Davide Paciolla.

La compagnia partecipa con lo spettacolo Nova Vita, alla rassegna nei Chiostri francescani “Giovani artisti per Dante” di Ravenna Festival.

Nel corso della stessa estate è sul palco del Teatro Alighieri di Ravenna diretta dal regista e coreografo Micha Van Hoecke per lo spettacolo “Chanteuse des rues” omaggio a Edith Piaf e Jean Cocteau. Nel marzo 2017 entra a far parte del cast artistico di Mirabilandia come cantante principale e performer, protagonista in tutti gli spettacoli fino al gennaio 2018. Nell’ autunno scorso prende parte, come da tradizione, alla trilogia operistica del Ravenna Festival dedicata a “Cavalleria rusticana”, “Pagliacci” e “Tosca”. Nel maggio 2018 insieme alle Anime Specchianti realizza da cima a fondo lo spettacolo “Partita aperta” un percorso all’interno del gioco d’azzardo patologico. In Ottobre 2018 la Compagnia Anime Specchianti crea e porta in scena un altro tema sociale molto importante, l’immigrazione, con lo spettacolo “Samia, guerriera libera” tratto dal celebre romanzo di Giuseppe Catozzella “Non dire che hai paura”. Non manca l’appuntamento nell’autunno 2018 con la trilogia del Ravenna Festival questa volta nelle opere “Nabucco”, “Rigoletto” e “Otello”. Una nuova avventura la aspetta ad inizio del 2019 portandola fino in Cina per lo spettacolo “Diamond Dream” all’interno del Longemont Paradise Hotel nella provincia di Shanghai ad Huzhou.

Francesca De Lorenzi

Francesca De Lorenzi è nata nel 1991 a Lugo (RA).

Durante il liceo scopre la passione per il teatro e partecipa per quattro anni ai laboratori "NONSCUOLA" del Teatro delle Albe, 

Nel fratempo inizia gli studi di canto, ballo e recitazione presso L’Accademia del musical diretta da Laura Ruocco e fortemente voluta da Cristina Mazzavillani Muti.

Nel 2011 si trasferisce a Roma dove è ammessa al corso professionale per attori della “Golden Star Academy’’ presso il teatro Golden con la direzione artistica di Andrea Maia.

All'interno dell'accademia ha l'opportunità di studiare con grandi artisti come Augusto Fornari, Marco Simeoli, Jean Pau Denizon, Stefano Reali, Bernard Hiller. 

In quel periodo partecipa a vari spettacoli, tra cui il pre-show    di “Evil bar’’ con la regia di Massimo Natale e le coreografie di Manolo Casalino, "La vita non si sa mai" con la regia di Augusto Fornari.

Dal 2013 studia canto con Matelda Viola e entra nella sezione dei contralti nel coro "Minima Vocalia Ensemble" diretto dal Maestro Luigi Taglioni.

Nello stesso anno entra a far parte dei "Danzactori" nella trilogia "Verdi e Shakespeare, Macbeth, Otello e Falstaff" con le coreografie di Catherine Pantigny, per la regia di Cristina Mazzavillani Muti e la direzione del M° Nicola Paszkowski, poi del M° Riccardo Muti, spettacolo che l'ha portata a calcare vari teatri nazionali ed europei.

Nel 2014 partecipa a "Comedy" spettacolo totalmente improvvisato ideato e diretto da Daniela Morozzi e con la partecipazione di Bruno Cortini e Marco Fida, fa parte del cast artistico nel cortometraggio "Carillon" di Andrea Cancellario con la partecipazione di Gianni Ferreri e nello stesso anno fonda insieme ad altri cinque artisti il gruppo vocale "I Cimbali" coi quali scrive e mette in scena vari spettacoli cantati e recitati, tra cui "Tempus est iocundum" che continua a calcare le piazze italiane, realizzando anche  video musicali come "Pastime with good company" e "Carol of the bells".

L'anno successivo è nell'ensamble del musical "Mimì è una civetta, divertissement à la bohémienne" sotto la direzione del regista e coreografo americano Greg Ganakas e con la partecipazione di musicisti noti a livello internazionale come Simone Zanchini e Fabrizio Bosso.

Nel 2016 partecipa al progetto "Giovani artisti per Dante" di Ravenna Festival come performer all'interno dello spettacolo "Nova vita", in seguito è nell'ensemble di "Così muore Mimì" spettacolo diretto da Cristina Mazzavillani Muti e rivisitato musicalmente da Simone Zanchini, sempre nel 2016 è in "Chanteus des rues" come performer per la regia e le coreografie di Micha Van Hoecke, omaggio a Edith Piaf e Jean Cocteau, nel frattempo insegna recitazione in versi per VianDante 2016.

Nel 2017 partecipa alla stesura del testo per lo spettacolo "Amor ci vinse" sempre con il gruppo "Anime Specchianti", selezionato per la seconda volta nella rassegna "Giovani artisti per Dante", segue "Sposa Povertà" spettacolo ideato dalla stessa compagnia e realizzato in occasione delle celebrazioni per il Transitus Poetae Dantis, nell'autunno dello stesso anno è all'interno de "Trilogia d'autunno, Cavalleria rusticana, Pagliacci, Tosca." per la regia di Cristina Mazzavillani Muti con la direzione del M° Vladimir Ovodok.

Nel 2018 è l'unica interprete nel cortometraggio "Potere" di Guy Wilson per The London Film School., proiettato in anteprima al festival Cinema Suono. Scrive ed interpreta "Partita Aperta. Il modo più sicuro di ottenere nulla da qualcosa" uno spettacolo che parla e "rivive" il percorso drammatico della ludopatia, mentre prosegue l'attività con il gruppo I Cimbali con cui realizza "Totus Floreo".

Nell'autunno del 2018 è sul palco del Teatro Alighieri di Ravenna con la "Trilogia Nabucco, Rigoletto e Otello" per la regia di Cristina Mazzavillani Muti, nello stesso periodo va in scena con una lettura animata che tratta la storia di una migrante somala "Samia, guerriera libera" e con "Souvenir da me vie" in cui è la voce recitante in un trittico di parola, canto e musica insieme a Chiara Nicastro e al pianista Antonio Di Dedda.

Giorgia Massaro

Nata a Ravenna, dopo aver frequentato un triennio di studi teatrali presso L’ Accademia del Musical diretta da Laura Ruocco, si trasferisce a Roma, dove continua per due anni lo studio ed il perfezionamento della danza presso il Centro Studi Danza Paganini di Fabrizio Paganini e Cinzia Ricciardi.

Nel 2009 viene ammessa al corso triennale professionale di recitazione alla Golden Star Academy di Andrea Maia. Diventa assistente di Laura Ruocco, affiancandola nei corsi di danza rivolti sia ad amatori che a professionisti e nel montaggio di coreografie per grandi eventi come l’annuale Festa della Polizia in Piazza del Popolo a Roma e la presentazione delle nuove auto della Maserati nel MotorShow di Shanghai del 2013. Nel 2009 viene scritturata come protagonista del musical "Energy Story" prodotto da Enel, che fino al 2011 toccherà tutte le maggiori piazze italiane; viene inoltre incaricata come assistente alla regia e alle coreografie per il montaggio dello spettacolo con il cast spagnolo, che sarà portato in tour nelle piazze della Spagna.

Successivamente interpreta i ruoli del Leone nella rivisitazione de “Il Mago di Oz”, Colombina ne “Il mondo di Arlecchino”, la Contessa Ruspoli nello spettacolo storico “150 Anni” all’interno di un circuito dedicato alle scuole promosso dal Teatro Golden di Roma.

Come unica ballerina prende parte allo spettacolo dedicato a Carmelo Bene di Marina Polla De Luca intitolato “Dedicato”, con coreografie di Manolo Casalino e Andrè de la Roche. Nel febbraio 2012 debutta nella stagione invernale del Teatro Golden come co-protagonista nel musical “Evil Bar” di Massimo Natale. Nell’autunno del 2012 inizia la collaborazione con il Ravenna Festival che continua ancora oggi, entrando come ballerina nella compagnia dei Danzactori, con i quali parteciperà alle nuove produzioni delle Trilogie d’Autunno nelle varie rapprasentazioni in Italia e all’estero (Traviata, Rigoletto e Trovatore; Macbeth, Otello e Falstaff; Tosca, Pagliacci e Cavalleria Rusticana; Aida, Norma e Carmen). Nel Marzo 2013 è assistente di Ivan Stefanutti nella regia di Falstaff al Teatro della Fortuna di Fano. Nel Maggio 2013, all’interno del Laboratorio Lirico Giovanile promosso da Forlì Musica, coreografa ed interpreta come ballerina l’opera “La Favola di Orfeo” di Alfredo Casella per la regia di Ivan Stefanutti e due Pas de deux sui brani “Pupazzetti” di Casella e “Romance” di Rachmaninov. Nel 2015 entra nell’ensamble del musical “Mimì è una civetta” prodotto da Ravenna Festival, con la regia e coreografie di Greg Ganakas. Nel 2016 forma il gruppo Anime Specchianti col quale firmerà, assieme a Chiara Nicastro, Francesca De lorenzi, Martina Cicognani e Davide Paciolla gli spettacoli Nova Vita e Amor Ci Vinse, portati in scena all’ interno della rassegna Giovani Artisti per Dante in occasione della ventisettesima e ventottesima edizione di Ravenna Festival. Nello stesso anno è in scena nello spettacolo “Chanteuse des rues” firmato da Micha Van Hoecke dedicato ad Édith Piaf e Jean Cocteau. Nel 2017 scrive, dirige ed interpreta, insieme a Chiara Nicastro, lo spettacolo “C’era una volta un Baule” per il teatro degli Oscuri di Torrita.

Sempre nel 2017 è assistente coreografie e Main dancer per il film Le Musk, diretto dal Premio Oscar Allah Rakha Rahman. Insieme a Giulio Benvenuti è la ballerina del nuovo videoclip di Maria Lo Castro nel suo nuovo singolo “Solo por tus besos”.

Nel 2018, oltre a portare avanti la collaborazione con il Ravenna Festival come Danzactrice e ad insegnare in varie scuole, diventa coordinatrice didattica dell’Accademia del Musical di Ravenna. Attraverso la Compagnia Teatrale Anime Specchianti dà vita a spettacoli legati a tematiche sociali (“Partita Aperta, il modo migliore per ottenere nulla da qualcosa”, spettacolo finalizzato alla sensibilizzazione al problema del gioco d’azzardo compulsivo; “Samia, Guerriera Libera”, una lettura animata che usa la testimonianza vera di un’atletica olimpionica per dare una voce, un corpo e un’anima a quella che oggi tutti chiamiamo solo immigrazione). Questi due spettacoli continuano ad essere richiesti e replicati anche nel 2019 in vari teatri italiani.

Martina Mattarozzi

Martina Mattarozzi nasce a Ravenna nel 1993 e inizia la propria formazione artistica all’età di 10 anni frequentando, dal 2004 al 2012, L’Accademia del Musical di Ravenna diretta da Laura Ruocco. Conseguito il diploma di maturità supera brillantemente l’audizione per essere ammessa al ONE YEAR INTENSIVE MUSICAL THEATRE PERFORMING ARTS PROGRAMME dell’American Musical Theatre Academy (AMTA) di Londra diretta da Kenneth Avery-Clark e Christie Miller; nel corso dello stesso anno accademico frequenta uno stage intensivo al Pearls Studios di New York. Nel 2013 rientra in Italia e viene ammessa al 3° anno di perfezionamento del Corso Professionale per Attori della GoldenStar Academy di Roma diretta da Andrea Maia con la direzione didattica di Laura Ruocco. Nel 2014 viene ammessa con borsa di studio al Master M.I.P. Musical in Progress con la direzione artistica di Chiara Noschese. Nel corso degli anni approfondisce la propria formazione frequentando stage intensivi di canto, recitazione e danza, studiando con affermati professionisti del settore. Il suo percorso teatrale inizia nel 2011 con il tour nazionale con “Energy Story”, il musical all’interno dell’evento “Incredibile Enel” promosso da Enel in tutte le maggiori città italiane. Nel 2013 interpreta il ruolo di Ursula in “Sweet Charity” con la regia di Kenneth Avery-Clark; è Randy & Josianne in “String of Pearls” con la regia di Christie Miller, e Helen in “Elegies for Angels Punks and Raging Queens” con la regia di Kenneth Avery-Clark (American Musical Academy di Londra). Partecipa inoltre al "Premio Etta-Limiti 2013 - Sezione Musical" classificandosi tra i finalisti. Nel 2014 è nel cast di "THE WEDDING SINGER", produzione della Compagnia Teatro Giovani Torrita con la regia di Fabiola Ricci e di “Comedy” Commedia Improvvisata (da un format di Bruno Contini, Daniela Morozzi, Fiamma Negri) nel ruolo di co-protagonista. Nelle stagioni estive 2014 e 2015 è cantante e performer presso importanti villaggi turistici; Nel 2015 conclude il percorso didattico del MIP Musical in Progress con lo spettacolo "Un po' di noi" - regia di Chiara Noschese ed è Assistente alla regia per lo spettacolo “#salvobuonfine” di Giancarlo Nicoletti. Nel 2016 parte per il Brasile dove lavora come cantante e fonda il Gruppo Spettacolo MartiJ do Brasil. Nel 2017 entra a far parte dei DanzActori della Trilogia d’Autunno di Ravenna Festival in Cavalleria rusticana, Pagliacci e Tosca e nel 2018 Otello, Rigoletto, Nabucco con la regia Cristina Mazzavillani Muti. Sempre nel 2018 fa parte del cast artistico del Parco Divertimenti MIRABILANDIA (Ravenna) come cantante/ballerina.

Chiara Nicastro

Chiara Nicastro, nata a Ravenna nel 1989, studia danza fin da bambina e frequenta l’Accademia del Musical di Laura Ruocco, sorta nella sua città per impulso di Cristina Mazzavillani Muti con l’intento di dar vita a una scuola di formazione artistica totale (parola, canto, musica, danza).

Nel 2008 viene ammessa all’American Musical and Dramatic Academy di New York dove studia danza, canto e recitazione conseguendo il diploma a pieni voti nel maggio 2010.  Nel gennaio 2011 scrive ed interpreta lo spettacolo di Cabaret “Some Card That’s Green” diretto da Stacy Lynn Gould all’Abingdon Theatre di New York.

Rientrata in Italia, partecipa come ballerina dell’Ensemble di Micha van Hoecke alla “Carmen” di Georges Bizet rappresentata al Teatro di San Carlo di Napoli con la regia dello stesso coreografo e alla sua nuova creazione per Ravenna Festival “Pathos, la tragedia delle Troiane in Euripide e Seneca” con Mariella Lo Giudice e Lindsay Kemp, prendendo poi parte alla lunga tournée siciliana che seguirà il debutto al Teatro Romano di Catania. Tornerà a lavorare con Micha Van Hoecke in qualità di cantante e ballerina nello spettacolo “Le Maître et la Ville” rappresentato al Teatro Alighieri nell’edizione 2014 di Ravenna Festival.

Nel 2012 partecipa come soprano del coro di voci femminili all’opera di Hindemith “Sancta Susanna” diretta da Riccardo Muti per la regia di Chiara Muti; con lo stesso coro femminile Melodi Cantores diretto da Elena Sartori canta in “Planets” di Gustav Holst sotto la direzione di Dennis Russel Davies.

Sempre nel 2012 scrive un testo sulla storia dei mosaici di San Vitale interpretando lei stessa l’Imperatrice Teodora nella Basilica di San Vitale, in occasione della visita a Ravenna dei Patrons della Chicago Symphony Orchestra.

Nell’autunno dello stesso anno, viene selezionata da Cristina Mazzavillani Muti e Catherine Pantigny per far parte dei Danzactori di Ravenna Festival con i quali parteciperà alle nuove produzioni delle opere verdiane della trilogia popolare (Traviata, Rigoletto e Trovatore) e della trilogia shakespeariana (Macbeth, Otello e Falstaff) nelle varie rappresentazioni in Italia e all’estero.

Nel Luglio 2013 interpreta il ruolo di Frency del musical Grease nel riadattamento “Brilla con noi” di Andrea Marchetti nell’ambito di Estate a Palazzolo a Palazzolo sull’Oglio.

Da Febbraio 2014 vive e lavora ad Amburgo dove forma assieme ad Antonio Di Dedda (Pianoforte), Lydia Schmidl (Fisarmonica) e Jorge Paz (Chitarra), il quartetto Classic Kontrast. La combinazione rara di voce, chitarra, pianoforte e fisarmonica, dona al Classic Kontrast la possibilità di spaziare tra moltissimi stili musicali; con vari programmi iniziano ad esibirsi con successo nei locali di Amburgo. Nel Maggio 2015 debuttano “Édith Piaf: Hymne à l’amour”, omaggio alla straordinaria artista francese nel centenario della nascita.

Nell’autunno 2015 partecipa in qualità di assistente alla regia, ballerina e cover al ruolo di Musetta alla produzione di Ravenna Festival “Mimì è una Civetta” diretta dal regista americano Greg Ganakas all’interno della Trilogia d’autunno dedicata a Giacomo Puccini.

Nel 2016, in qualità di assistente alla regia residente e ballerina, cura la tournée di Mimì è una Civetta in vari teatri dell’Emilia Romagna.

Nel 2016 forma il gruppo Anime Specchianti col quale firmerà, assieme a Giorgia Massaro, Francesca De Lorenzi, Martina Cicognani e Davide Paciolla gli spettacoli Nova Vita ed Amor Ci Vinse, portati in scena all’interno della rassegna Giovani Artisti per Dante in occasione della ventisettesima e ventottesima edizione di Ravenna Festival.

Nel Giugno 2016 in scena nello spettacolo “Chanteuse des rues” firmato da Micha Van Hoecke dedicato ad Édith Piaf e Jean Cocteau.

Interpreta la Fata Fastania nello spettacolo “C’era una Volta un Baule” scritto e diretto da Giorgia Massaro per il teatro degli Oscuri di Torrita di Siena.

Nel Settembre 2017 scrive ed interpreta col gruppo Anime Specchianti lo spettacolo “Sposa Povertà” dedicato a San Francesco di Assisi, in occasione delle celebrazioni per il Transitus Poetae Dantis a Ravenna, curato dal Centro Dantesco dei Frati Minori di Ravenna.

L’autunno 2017 la vede impegnata nella Trilogia d’Autunno di Ravenna Festival (Cavalleria Rusticana e Pagliacci).

Dirige e cura le coreografe de “Il Coro di Oliver” presso la scuola Oliver Twist di Como, collaborando con artisti come Elio e le Storie Tese e Josephine Lee in sale prestigiose milanesi come l’Unicredit Pavillion, Sala Borsa e Teatro Dal Verme.

Nel Gennaio 2019 debutta in un’opera lirica nel ruolo di Anna nel Nabucco di Giuseppe Verdi al Teatro Comunale di Ferrara.

Eric Paterniani

comincia la sua esperienza teatrale con la NONscuola del Teatro delle Albe e nel 2008 incontra Laura Ruocco tramite un laboratorio offerto al Liceo Classico Dante Alighieri e gli viene offerta l’opportunità di partecipare allo spettacolo “En Ergos”. Diventa così studente fisso presso l’Accademia dove si esibisce in un ruolo principale nello spettacolo dedicato a Modugno “Giuliano chi?”.
L’anno successivo si trasferisce a Roma dove frequenta l’Accademia Teatrale Di Roma con la quale recita al teatro Quirino di Roma con il pluripremiato Bad People e al festival internazionale Zdarzenia a Danzica, Polonia. Inoltre gli viene conferito il premio Gemini d’Oro come miglior attore. Nel 2012 dopo aver trascorso un breve periodo a Londra, vince una borsa di studio presso la New York Film Academy e si trasferisce così a New York dove risiede tuttora. Dopo il diploma ha recitato in decine di cortometraggi e film indipendenti tra cui How To Kill My Boyfriend al quale ha partecipato alla scrittura e la serie TV Dudu. Ma la sua vera indole rimane per il teatro e il musical, recitando in ben oltre 30 spettacoli Off-Off e Off Broadway tra cui quattro stagioni per Shakespeare In Bryant Park con la direzione della Drilling CompaNY per le quali si guadagna la prima pagina di Metro NY e viene menzionato dal New York Times con “un’attore che ruba la scena con il suo accento italiano e uno zelo allo Monty Phyton” per La Bisbetica Domata e dal The Front Row Center con “E’ fragoroso e comico all’estremo. Le sue buffonate ci ricordano che questa è una commedia dopo tutto.” per Il Mercante Di Venezia. Nonostante si presenti come attore comico ha interpretato ruoli da protagonista in spettacoli drammatici come “Edipo Re” e lo spettacolo in lingua spagnola “La traversata del Niagara” che gli ha conferito una nomina al premio ACE dai critici dello spettacolo latino.  Seguitelo su www.ericpaterniani.com

Gea Rambelli

Gea Rambelli, nata a Ravenna nel 1995, si avvia alla danza fin dalla più tenera età, sotto la guida di Tiziana Bertè e successivamente di Michela Bulgarelli. Dal 2010 frequenta per quattro anni l'Accademia del Musical di Laura Ruocco. Diplomatasi al liceo classico, si trasferisce a Bologna per incominciare la Bernstein School of Musical Theater (BSMT) diretta da Shawna Farrell. Questo percorso triennale si conclude con la messa in scena di vari spettacoli, tra i quali Crazy For You, dove interpreta Irene Roth, per la regia di Mauro Simone e che vede protagonista il grande Manuel Frattini.
Nel 2017 entra a far parte della Compagnia BIT di Torino, debuttando a Natale dello stesso anno con A Christmas Carol. Nel 2018 interpreta la strega Baswelia ne Il principe ranocchio della stessa compagnia.

Nel frattempo partecipa a diverse masterclass tra cui corsi di doppiaggio tenuti da Roberto Chevalier e Davide Lepore.

Nell’estate 2018 partecipa come voce solista ai concerti della 3MontiBand nella riviera romagnola.   Inoltre affianca Barbara Corradini nella pièce Matemorfosi 46 all’interno del Festival della Filosofia di Modena. Nell’inverno 2018 partecipa nuovamente alla tournée nazionale di A Christmas Carol della compagnia BIT. Gennaio 2019 segna la sua entrata nel cast di School of Rock per la regia di Massimo Romeo Piparo, debuttando a marzo dello stesso anno presso il Teatro Sistina di Roma. 

Accademia del Musical di Ravenna - C.F. – P.IVA 02417550395

Sito Web: Enrico Pasi